PERCHè I SUPERCAP?

il maratoneta

Pensate ad un maratoneta. Deve correre per molti chilometri e per farlo rilascia la sua energia molto lentamente nel tempo.

Questo è esattamente il funzionamento delle batterie. Hanno molta energia e la rilasciano lentamente nel tempo.

il centometrista

Ora pensate ad un centometrista. Deve correre per pochi metri in meno di 10 secondi, rilasciando tutta la sua potenza.

I centometristi dei sistemi di accumulo di energia sono i supercondensatori.

L’alto prezzo dei combustibili fossili e la crescente consapevolezza circa le pesanti ripercussioni dell’inquinamento sulla salute e sull’ambiente hanno portato sia le aziende che il mercato a ridurne l’uso e a considerare fonti energetiche alternative ecosostenibili. Tuttavia, la completa sostituzione dei combustibili fossili con l’energia elettrica è tuttora utopistica a causa, anche, delle limitazioni delle attauali tecnologie legate alle batterie.

Accoppiando le batterie con un sistema di accumulo di energia alternativo in grado di fornire maggior potenza e far si che la batterie lavorino solo in condizioni nominali permetterebbe di allungarne la vita media e l'autonomia. Un valido candidato è attualmente rappresentato dai supercondensatori.

I supercondensatori sono conosciuti come una classe di dispositivi per l’accumulo di energia elettrica unica nel suo genere. Questi dispositivi possiedono notevoli vantaggi, come l’alta potenza specifica che permette di impiegare carichi con picchi di potenza più alti delle batterie al Litio e la loro lunga vita (idealmente infinita) ottenuta sfruttando solo reazioni elettrostatiche e non elettrochimiche come avviene nelle batterie. Attualmente i supercondensatori sono ampiamente utilizzati in diversi campi; nel settore Automotive i supercondensatori sono usati per alimentare il motorino di avviamento in fase di prima accensione del veicolo o durante le fasi di Start&Stop e per accumulare energia nei sistemi di frenata rigenerativa.

Nel campo dell’Aerospazio, le applicazioni sono numerose: funzionamento di radar, attuatori per il movimento di sportelli e altri meccanismi, attuatori per il lancio di missili, telemetria da remoto e altro ancora.

I supercondensatori trovano impiego anche nei satelliti per attuare il movimento di antenne e pannelli solari o pilotare meccanismi di separazione. Questi dispositivi sono in grado di stabilizzare l'energia fornita anche con carichi oscillanti, fattore cruciale per il funzionamento dei satelliti. Altri campi di utilizzo sono i backup di energia nei veicoli militari, attuazione di Airbag, pilotaggio di missili e altro.